#HoQualcosaDaDirvi - 11 Ottobre Coming Out Day

#HoQualcosaDaDirvi
11 Ottobre International Coming Out Day. 
L’importanza di dichiararsi.

Il “Coming Out Day” è una ricorrenza internazionale in cui la comunità LGBT (Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transgender) dal 1988 celebra l’importanza del Coming Out (Uscir fuori). La data della ricorrenza è l’11 ottobre.

#ho qualcosa da dirvi: E’ questo il titolo della campagna con cui Arcigay vuole promuovere, come già da qualche anno, anche in Italia il "Coming out day”, ed è con questa affermazione che a volte inizia uno dei più delicati momenti di tante persone che, chi prima chi dopo, decidono di fare coming out. 

Uscire allo scoperto, uscire da una faticosa quotidiana finzione e rivelare alla famiglia o in altri contesti, dal gruppo di amici, ai compagni di classe o nel posto di lavoro, la propria identità, autodeterminarsi finalmente per essere realmente se stess*. 

Quest’anno, anche nella nostra Verona, Arcigay promuoverà il “Coming out Day” lanciando un messaggio di grande forza, con l’affissione di centinaia di manifesti e la distribuzione di cartoline.

Abbiamo qualcosa da dirvi: tutte le identità meritano di potersi affermare ed hanno diritto alla felicità, e il momento del Coming out, tanto intimo quanto rivelatore, sarà davvero un passaggio dalla paura alla serenità, dalla finzione alla trasparenza.

Invitiamo tutte e tutti alla partecipazione attiva nella Campagna #ho qualcosa da dirvi.

Informazioni e partecipazione su: https://www.arcigay.it/comingoutday/
#HoQualcosaDaDirvi

Arcigay, Arcigay Giovani, con il sostegno dell’8x1000 della Chiesa Valdese

Vedi anche su: https://www.arcigay.it/articoli/coming-out-day/

Presidio contro l'Omofobia a Verona - Sabato 14 Maggio 2016

Omofobìa:
/omofoˈbia/ 
Sostantivo, 
singolare, 
irrazionale.
Presidio 
Sabato 14 Maggio 2016 
Piazzetta Scalette Rubiani 
Piazza Bra - Verona 
Ore 17:30 

In occasione della giornata internazionale contro l’omo-bi-transfobia le associazioni e i cittadini e cittadine veronesi manifestano ancora una volta per il rispetto delle diversità, il riconoscimento di diritti e di tutt* le identità e soggettività. Nei mesi scorsi abbiamo ascoltato ogni genere di insulto omofobo durante il dibattito che ha accompagnato la discussione della legge sulle unioni civili in parlamento e abbiamo ascoltato e subito le falsità della inesistente “teorie del gender” e l’esaltazione della famiglia “naturale”.

Contattaci

Per contattarci e conoscerci, scrivici a: giovanilgbt.verona@gmail.com